Mary

Cinque

Artist


  • Acque chiare

    Il caso ha voluto che mi dovessi nuovamente confrontare con l’acquerello, medium che avevo lasciato da tempo e che non mi mancava; ma, per sostenere uno degli esami dell’ultimo anno all’Accademia di Brera, tornavo a fare i conti con questa pratica. Quello che è cominciato come un dovere si è poi rivelato un infinito piacere. Spulciavo tra le fotografie mie e della mia famiglia, tra immagini nuove e lontane e scartavo quelle dove pare non accadere nulla, in fondo quelle che preferisco perché la realtà è tutta bella ed emozionante, anche quando sta ferma, quando siano noi a muoverci, con gli occhi e l’immaginazione e trovavo delle tracce di corpi e luoghi che poi, sulla carta, ho lasciato emergere a malapena dal blu o affogare nel bianco, non si imponevano ma erano comunque presenti e rimanevano latenti nella memoria dell’occhio e della mente. È proprio vero che la casualità gioca spesso un ruolo nell’operare, e non solo degli artisti; così, dopo una prima, breve, fase di serendiptà è subentrata la consapevolezza e l’intenzionalità di lasciar affiorare luci e ombre che potessero dire infinite storie a chi guarda. Il caso, evidentemente, va agito. La partenza, come spesso nel mio lavoro, è rappresentata dalle immagini fotografiche; l’arrivo, stavolta, pare essere più libero, più pronto a piegarsi alla personalità del colore, prima, e all’occhio dello spettatore, poi. Immaginando questo feedback, durante l’esecuzione dei tanti acquerelli, ho lasciato sempre più che il caso facesse la sua parte nello svelarsi delle forme. Gli spazi blu e quelli bianchi, non dipinti ma altrettanto fondamentali, si alternano nella descrizione di una realtà che lascia spazio alla libertà dell’acqua di suggerire profondità impreviste e imprevedibili luminosità.
  • Display

    "La serie "Display" riproduce su tela “prodotti” dal packaging accattivante, stagliati al centro di uno sfondo cromatico chiaro e luminoso. In luce il lato bello del design, capace, talvolta, di fornire un surrogato di momentanea “felicità”. Si tratta di opere concepite in occasione della “Design Week 2008” a Milano e ricollocate a Napoli in uno spazio espositivo concettualmente ideale per il tema proposto, un concept store appunto. Nella prima sala, lo schema di allestimento si delinea in orizzontale, suggerendo virtualmente l’idea di una lunga passeggiata per vetrine. “Non so se ora potrei comprare più queste cose” dice l’artista “ perché disegnarle me ne ha fatto appropriare già: è stato catartico…la cosa più importante è che ho mostrato cosa intendo per design, bello, e anche felicità: delle cose, che nascono come idee per poi diventare materia e, se correttamente utilizzate, possono persino darci un po’ di felicità”. Valentina Rippa
  • Lifelines

    Chiamo "Lifelines" le vedute delle città che scorrono dai finestrini della corriera che mi porta dal paese dei miei, in motagna, alla città di Napoli. Un flusso quasi ininterrotto di case. Disegnare mentre l’autobus è in movimento rivela come le linee si spezzino, perché mentre abbasso lo sguardo sul foglio fuori il paesaggio è già cambiato, ma siano, in fondo, sempra la stessa linea. La linea continua degli edifici e delle costruzioni, di una città che non finisce mai e di come ci costruiamo la vita.
  • Nerano

  • New York

    "Come sempre infrangere il silenzio di una pagina, anche se virtuale come quella di un PC, è difficoltoso. Guardo e riguardo gli appunti e le immagini che ho chiesto a Mary d’ inviarmi alla ricerca di un pensiero, di una via da seguire, di un racconto. Scarto le foto dei lavori che lei ha deciso di esporre; tenendo sottocchio la pianta di Largo Baracche gioco ad allestire la mostra. Si tratta di fare il punto sul lavoro di un’artista che attraverso la pittura cerca un dialogo con l’ambiente, con lo spazio inteso quale luogo della comunicazione e dello scambio fra gli individui. Mary Cinque osserva la metropoli contemporanea, la vive, con la convinzione che l’arte possa avere ancora un ruolo importante nella ridefinizione della città odierna in particolare guardando all’individuo e alla collettività come protagonisti assoluti della scena urbana. Paesaggi, di solito urbani; elementi architettonici, plastici, sollecitazioni estetiche catturate dalla macchina fotografica o, più spesso, dal tratto di una matita o un pennarello sui fogli di un blocco che ha sempre con sé, diario di viaggi, fughe, attraversamenti, apparizioni. Mary Cinque raccoglie «istantanee di vissuto intimo e familiare», come le definì Adriana de Manes in occasione della mostra tenuta in Villa Rufolo a Ravello, visioni, memorie, emozioni, luoghi, cose che s’intrecciano in una storia, come in un romanzo di Stefano Benni o Paul Auster. Penso ai lavori del 2007 - Nolita, Avenue, Surf Av(Ny), Hudsonrmx – alla loro freschezza, alla semplicità con cui Mary manifesta la sua idea di città quale evento estetico, realtà interculturale. Si tratta di un “fenomeno puramente urbano”, sosterebbe Pierre Restany, che intende “la città come un serbatoio d’arte con il suo traffico, con le sue secrezioni umorali – i comportamenti della gente – attraverso tutte le possibilità d’incontri ed interscambi”. La città diventa materia da osservare, selezionare e plasmare, con cui animare l’estensione della tela, confine tra realtà e finzione, tra vita e arte; luogo dove recuperare alla figura una capacità critica sempre più latente e globalizzata. Questa convinzione ha condotto Mary Cinque verso soluzioni spesso diverse tra loro: a volte pop come Pulp e la serie di cui fa parte tra gli altri Make pot not war, in cui riformula, nel linguaggio della pittura, i suoi interessi per l’immagine fotografica, per la grafica digitale, il fumetto e l’animazione, nonché la tendenza ad un’ironia semplice ma sottile. Altre intensamente poetiche, penso ai senza titolo su tela grezza - atmosfere in cui la figura quasi si liquefa - oppure alla serie Shoes quasi un invito a seguirla nel luogo dell’immaginifico, come Alice Oltre lo specchio. Alla base però è sempre riconoscibile un’esigenza di comunicazione, di dialogo, la volontà di un confronto continuo con la realtà anche sottoforma del gioco: “Il compito dell'arte - afferma la stessa artista - è ampliare gli orizzonti delle menti attraverso l'empatia, la corrispondenza tra l'artista e lo spettatore”. È questo lo spirito con cui lavora Mary Cinque, con cui difende la convinzione di voler essere una pittrice e come tale dare il suo contributo al recupero di quel senso di bellezza che, come sosteneva nell’Arte di curare la città Pier luigi Cervellati, sembra sempre più smarrito." Pasquale Ruocco
  • Oggetti stanchi

    Un po' come il tempo, che lascia scivolare via il senso delle cose per conservarne solo il simulacro, così gli "anti-acquerelli" di Mary Cinque trasportano l'apparenza delle cose sul foglio tramite un processo di non pittura.  I contorni degli oggetti vengono tracciati da un liquido per mascherature incolore. Solo quando questo si è seccato e trasformato in una pellicola, il blu del pigmento viene steso in campiture più o meno uniformi a coprire completamente la carta. L'asporto della pellicola permette il disvelarsi, alla fine, della presenza degli oggetti. "Napoli Monitor racconta la città attraverso le storie delle persone, dei suoi abitanti; noi abbiamo pensato che anche la città si racconta attraverso la memoria di alcuni oggetti intercettati lungo percorsi quotidiani, aguzzando un po’ la vista. Un piccolo archivio delle cose dimenticate, stratificate e sopravissute ai nuovi arredi urbani, segnali di un tempo che fu senza più alcuna funzione, oppure oggetti che non hanno mai svolto il loro compito invecchiati già prima di essere utilizzati. Il mondo degli oggetti interviene in modo invisibile nei processi sociali ma guida la nostra vita e puo’ influenzare il nostro modo di vivere la città. La vera identità dell’oggetto trovato ci restituisce un brano di storia della città (il cinematografo, la gestione della acqua, il traffico, la sicurezza, il verde urbano,i grandi progetti, etc) e del suo spazio pubblico." Laura Basco
  • Oleum

    La serie "Oleum" è fatta di dipinti a smalto su carta-forno, ispirati alla flora mediterranea e alla cultura dei paesi che questo mare bagna. Nel mio lavoro parto sempre da ciò accomuna le cose e le persone piuttosto che ciò che le differenzia, per questo mi è piaciuto soffermarmi sulla vegetazione, sulle sue ombre, sui suoi suoni, su come raccoglie il sole e su come immagini e sensazioni simili possano essere percepite in luoghi geograficamente anche molto lontani e ricordarci che , in fondo, siamo tutti esseri umani e capaci di grandi cose, quando uniamo le nostre forze. L'attenzione per la terra, per i suoi frutti, sia quelli spontanei che quelli venuti su grazie alla dedizione umana, e per le forze della natura sono in linea con il tema del premio e con una terra come quella materana, che è tanto peculiare ma appartiene, come tutto ciò che di bello e utile c'è sulla terra, a tutti noi. Fatto, quest'ultimo, che implica che ne siamo responsabili e dobbiamo occuparcene, come fa l'arte con tutto ciò che incontra.
  • Puntini

    Mi capita sempre più spesso di applicare le tre "R" (reduce, reuse, recycle) anche alla mia arte e di scegliere di disegnare su fogli di riviste. Quelle non lucide, ma nemmeno leggere, quelle che hanno le pubblicità più lussuose e, per questo, con più spazio "bianco" per me. Ci disegno le persone che vedo per strada, o anche le cose che vedo per strada. Ci disegno il design; dei vestiti, degli oggetti, dei palazzi. Tutto è cominciato per non sprecare, poi li riguardo, questi disegni, e mi accorgo che le cose ritratte da me e il racconto che c'era già sulla rivista (pubblicità, editoriale, articolo) dialogano. E' un incontro fortuito ma il dialogo che ne viene fuori è sempre interessante, come la maggior parte delle cose che accadono casualmente. Parlano di arte alta e bassa, di haute couture e di pret a porter, di arti alte e minori, di come tutte queste etichette sono applicabili a ogni aspetto della vita umana e di quanto poco senso abbiano.
  • Titled

    Mary Cinque la città. La città intesa come intreccio di rapporti, costruzione della realtà in cui l'uomo sogna di vivere, alternarsi di linee verticali e orizzontali. Spesso i suoi lavori partono da foto scattate da lei medesima in tutto il mondo e vengono restituite, in pittura, a raccontare di come ogni città abbia molto in comune con le altre e di come non sempre sia così semplice distinguerle tra di loro. L'artista ritrae con pochi elementi tali visioni urbane poiché crede che l'apporto di chi guarda, con la sua immaginazione e la sua intuizione, sia parte integrante del farsi dell'opera. La riflessione sulla città, sui modi di costruire, sull'immagine dei suoi abitanti che essa veicola, sulle trasformazioni che vive e che innesca è in realtà l'impegno a interrogarsi continuamente sull'umano. 
  • Oleum #40
    Oleum #40

    smalto su carta forno
    cm 29 x 21

  • Little Italy
    Little Italy

    acrilico e smalto su tela
    cm 80 x 40

  • Lifelines #01
    Lifelines #01

    pennarello su carta
    cm 15 x 21

  • Foille
    Foille

    acrilico e smalto su tela

    cm 20 X 20

  • 016titled#013
    016titled#013

    2016 acrylic on canvas

    cm 60 x 30

  • Lifelines #01
    Lifelines #01

    pennarello su carta
    cm 21 x 15

  • 014titled#02
    014titled#02

    2014 acrilico su tela

    cm 30 x 40

  • 013titled#04F
    013titled#04F

    2013 acrylic on paper

    cm 150 x 150

  • Oleum #19
    Oleum #19

    smalto su carta forno
    cm 29 x 21

  • Miso soup
    Miso soup

    acrilico e smalto su tela

    cm 20 X 20

  • Speaker #1
    Speaker #1

    acrilico e smalto su tela

    cm 20 x 20

  • Oggetto stanco #07
    Oggetto stanco #07

    acquerello su carta
    cm 10 x 15

  • Showergel
    Showergel

    acrilico e smalto su tela

    cm 20 X 20

  • Acque chiare 018
    Acque chiare 018

    acquerello su carta
    cm 10 x 15

  • Oggetto stanco #09
    Oggetto stanco #09

    acquerello su carta
    cm 10 x 15

  • Lifelines#02
    Lifelines#02

    pennarello su carta
    cm 21 x 15

  • Earphones
    Earphones

    acrilico e smalto su tela

    cm 20 X 20

  • 015titled#07
    015titled#07

    2015 acrilico su tela

    cm 40 x 40

  • Acque chiare #40
    Acque chiare #40

    acquerello su carta
    cm 15 x 10

  • No.l.ita
    No.l.ita

    2008 acrilico e smalto su pannello
    cm 43 x 91

  • Knitting 2/2
    Knitting 2/2

    acrilico e smalto su tela
    cm 40 x 40

  • 016titled#07
    016titled#07

    2016 acrylic on canvas

    cm 76 x 76

  • 016titled#01
    016titled#01

    2016 acrilico su tela

    cm 80 x 80

  • Plate #1
    Plate #1

    acrilico e smalto su tela

    cm 20 x 20

  • Acque chiare #35
    Acque chiare #35

    acquerello su carta
    cm 15 x 10

  • 016titled#06
    016titled#06

    2016 acrylic on canvas cm 20 x 50

  • 09NYCtitled#03
    09NYCtitled#03

    acrilico e smalto su tela
    cm 20 x 20

  • Acque chiare #034
    Acque chiare #034

    acquerello su carta
    cm 15 x 10

  • Montesanto #10
    Montesanto #10

    pennarello su carta
    cm 21 x 29

  • Massage
    Massage

    acrilico e smalto su tela

    cm 20 X 20

  • Philly
    Philly

    acrilico e smalto su pannello
    cm 43 x 91

  • My smoothie
    My smoothie

    acrilico e smalto su tela

    cm 20 x 20

  • 09NYCtitled#01
    09NYCtitled#01

    acrilico e smalto su tela
    cm 20 x 20

  • 016titled0#09
    016titled0#09

    2016 acrylic on canvas

    cm 30 x 30

  • Oleum #34
    Oleum #34

    smalto su carta forno
    cm 29 x 21

  • Meanwhile Venice (cafè)
    Meanwhile Venice (cafè)

    marker su carta
    cm 21 x 29

  • Oleum #23
    Oleum #23

    smalto su carta forno
    cm 29 x 21

  • 012titled#011
    012titled#011

    2012 acrilico su tela

    cm 100 x 100

  • 015titled#06
    015titled#06

    2015 acrilico su tela

    cm 40 x 40

  • Pillow #03
    Pillow #03

    acrilico e smalto su tela

    cm 20 x 20

  • Acque chiare #019
    Acque chiare #019

    acquerello su carta
    cm 10 x 15

  • Oggetto stanco #05
    Oggetto stanco #05

    acquerello su carta
    cm 10 x 15

  • Acque chiare #411
    Acque chiare #411

    acquerello su carta
    cm 15 x 10

  • Oggetto stanco #04
    Oggetto stanco #04

    acquerello su carta
    cm 10 x 15

  • Acque chiare #38
    Acque chiare #38

    acquerello su carta
    cm 15 x 10

  • Oggetto stanco #02
    Oggetto stanco #02

    acquerello su carta
    cm 10 x 15

  • In line for MoMA
    In line for MoMA

    2008 acrilico e smalto su pannello
    cm 43 x 91

  • Lifelines #09
    Lifelines #09

    pennarello su carta
    cm 15 x 21

  • Vicks
    Vicks

    acrilico e smalto su tela

    cm 20 x 20

  • Muses 8
    Muses 8

    pennarello su carta
    cm 21 x 29

  • Oleum #38
    Oleum #38

    smalto su carta forno
    cm 29 x 21

  • Radio W E
    Radio W E

    acrilico e smalto su tela

    cm 20 x 20

  • Oleum #17
    Oleum #17

    smalto su carta forno
    cm 29 x 21

  • 016titled#015
    016titled#015

    2016 acrilico su tela

    cm 50 x 150

  • 013titled#02
    013titled#02

    2013 acrilico su tela

    cm 80 x 80

  • Muses 8-1
    Muses 8-1

    pennarello su carta di rivista
    cm 21 x 29

  • Oggetto stanco #03
    Oggetto stanco #03

    acquerello su carta
    cm 10 x 15

  • 015titled#02 (Spaccanapoli Boogie Woogie)
    015titled#02 (Spaccanapoli Boogie Woogie)

    2015 acrylic on canvas

    cm 40 x 30

  • Acque chiare #033
    Acque chiare #033

    acquerello su carta
    cm 15 x 10

  • Oggetto stanco #11
    Oggetto stanco #11

    acquerello su carta
    cm 10 x 15

  • Recommone
    Recommone

    2016 Recommone

    acrylic on rough canvas

    cm 86 x 350

  • 012Titled#07
    012Titled#07

    2012 acrilico su carta montata su tavola

    cm 43 x 43

  • 016titled0#08
    016titled0#08

    2016 acrylic on canvas

    cm 30 x 30

  • Oleum #37
    Oleum #37

    smalto su carta forno
    cm 29 x 21

  • Muses 5w012
    Muses 5w012

    pennarello su carta di rivista
    cm 21 x 29

  • 016titled#02 (Addis Abeba)
    016titled#02 (Addis Abeba)

    2016 acrylic on rough canvas

    cm 300 x 200

  • Lifelines #03
    Lifelines #03

    pennarello su carta
    cm 15 x 21

  • Speaker#02
    Speaker#02

    acrilico e smalto su tela

    cm 20 X 20

  • Acque chiare #36
    Acque chiare #36

    acquerello su carta
    cm 15 x 10

  • Lifelines #03
    Lifelines #03

    pennarello su carta
    cm 21 x 15

  • Meanwhile Venice
    Meanwhile Venice

    marker su carta di rivista

    cm 29 x 21

  • Oleum #36
    Oleum #36

    smalto su carta forno
    cm 29 x 21

  • Oggetto stanco #06
    Oggetto stanco #06

    acquerello su carta
    cm 15 x 10

  • Trattorino
    Trattorino

    acrilico e smalto su tela

    cm 20 x 20

  • Bath oil
    Bath oil

    acrilico e smalto su tela
    cm 20 x 20

  • 012Titled#014
    012Titled#014

    2012 acrilico su carta montata su pannello

    cm 43 x 43

  • 012titled #02
    012titled #02

    acrilico su carta montata su pannello

    cm 43 x 43

  • Gelb
    Gelb

    acrilico e smalto su tela

    cm 20 x 20

  • 014titled#010
    014titled#010

    2014 acrylic on canvas

    cm 50 x 150

  • Federa
    Federa

    acrilico e smalto su tela

    cm 20 x 20

  • 016titled0#010
    016titled0#010

    2016 acrylic on canvas

    cm 40 x 30

  • Montesanto #9
    Montesanto #9

    pennarello su carta
    cm 29 x 21

  • Oleum #01
    Oleum #01

    smalto su carta forno
    cm 29 x 21

  • Surf avenue
    Surf avenue

    2008 acrilico e smalto su pannello
    cm 43 x 91

  • 09NYCtitled#02
    09NYCtitled#02

    acrilico e smalto su tela
    cm 20 x 20

  • Johnson
    Johnson

    acrilico e smalto su tela

    cm 20 X 20

  • cropped-016titled012.jpg
    cropped-016titled012.jpg
  • 015titled (Spaccanapoli Boogie Woogie)
    015titled (Spaccanapoli Boogie Woogie)

    2015 acrilico su tela

    cm 40 x 30

  • 014titled#01
    014titled#01

    2014 acrilico su tela

    cm 30 x 40

  • 015titled#05 (Spaccanapoli Boogie Woogie)
    015titled#05 (Spaccanapoli Boogie Woogie)

    2015 acrilico su tela

    cm 40 x 30

  • To Brooklyn rmx
    To Brooklyn rmx

    2008 acrilico e smalto su tela
    cm 80 x 80

  • Acque chiare 09
    Acque chiare 09

    acquerello su carta
    cm 15 x 10

  • 016titled#04
    016titled#04

    2016 acrylic on canvas

    cm 70 x 100

    FRAC museum collection

     

     

  • Glitterbubble
    Glitterbubble

    acrilico e smalto su tela

    cm 20 X 20

  • Muses 5w5
    Muses 5w5

    pennarello su carta di rivista
    cm 21 x 29

  • Oggetto stanco #01
    Oggetto stanco #01

    acquerello su carta
    cm 10 x 15

  • 09NYCtitled#04
    09NYCtitled#04

    acrilico e smalto su tela
    cm 20 x 20

  • Lifelines #30
    Lifelines #30

    pennarello su carta
    cm 21 x 15

  • Softner
    Softner

    acrilico e smalto su tela
    cm 20 X 20

  • 011titled#08
    011titled#08

    acrilico e penna su tela
    cm 160 x 150

  • Oleum #33
    Oleum #33

    smalto su carta forno
    cm 29 x 21

  • 015titled#08
    015titled#08

    2015 acrilico su tela

    cm 40 x 40

  • 011titled#06
    011titled#06

    2011 acrylic on paper

    cm 150 x 150

  • Avenue
    Avenue

    acrilico e smalto su pannello
    cm 91 x 43

  • Oggetto stanco #08
    Oggetto stanco #08

    acquerello su carta
    cm 10 x 15

  • Oleum #35
    Oleum #35

    smalto su carta forno
    cm 29 x 21

  • Oleum #39
    Oleum #39

    smalto su carta forno
    cm 29 x 21

  • 013titled#02F
    013titled#02F

    2013 acrylic on paper

    cm 150 x 150

  • Little Italy
    Little Italy

    2008 acrylic and enamel on canvas

    cm 80 x 40

  • Sedia
    Sedia

    acrilico e smalto su tela

    cm 20 x 20

  • 012Titled#012
    012Titled#012

    2012 acrilico su carta montata su legno

    cm 43 x 43

  • 016titled#012
    016titled#012

    2016 acrylic on canvas

    cm 120 x 100

  • Plate #02
    Plate #02

    acrilico e smalto su tela

    cm 20 x 20

  • 012titled #04
    012titled #04

    acrilico su carta montata su pannello
    cm 43 x 43

  • Acque chiare #37
    Acque chiare #37

    acquerello su carta
    cm 15 x 10

  • Oggetto stanco #10
    Oggetto stanco #10

    acquerello su carta
    cm 10 x 15

    collezione privata

  • Acque chiare #39
    Acque chiare #39

    acquerello su carta
    cm 15 x 10

  • Lifelines #04
    Lifelines #04

    pennarello su carta
    cm 15 x 21

  • Lifelines #18
    Lifelines #18

    pennarello su carta
    cm 21 x 15